Condizionatori Roma

Ricarica Condizionatore

Disponibilità immediata!

* Tecnici specializzati su tutta Roma
* Non effettuiamo Interventi in Garanzia
* Assistenza condizionatori mono e multisplit
* Ricariche Gas Condizionatori di ogni tipo

Assistenza_Condizionatori_Roma

Ricarica Condizionatore



Ricarica Condizionatori Roma

La ricarica del condizionatore teoricamente non va mai effettuata. Il fluido refrigerante circola infatti in un circuito chiuso, quindi se non ci sono perdite, non si scarica mai.

Nel condizionatore un motore comprime uno speciale gas refrigerante nel condensatore dove si raffredda e diventa liquido. Proseguendo in un circuito sigillato, il liquido passa nell’evaporatore dove si espande scendendo a bassissima temperatura in forma di gas. Infine il gas, sottraendo calore all’ambiente, si riscalda leggermente e torna al compressore dove il processo ricomincia.

Se quindi non si ottiene più la temperatura desiderata vuol dire che è variata la pressione e probabilmente c’è una perdita, c’è allora bisogno di una ricarica condizionatore.

Il tipo di gas impiegato in una ricarica condizionatore varia a seconda della azienda produttrice e dall’anno di installazione e viene generalmente indicata in una targhetta sul lato dell’unità esterna o interna del condizionatore.

Il gas di ultima generazione più utilizzato per la ricarica condizionatori si chiama R410A ed ha rimpiazzato i freon in seguito alla messa al bando totale nei paesi dell’Unione europea. E’ un gas ecologico che non danneggia lo strato di ozono perché non contiene atomi di cloro.

Un altro gas usato per la ricarica condizionatori è il gas R22, che è stato uno dei primi refrigeranti utilizzati nei condizionatori. Questo gas resta assai diffuso negli impianti già esistenti ma dal 1° gennaio 2010 non è più possibile utilizzarlo “vergine” nella manutenzione e assistenza delle apparecchiature di refrigerazione e condizionamento d’aria esistenti, perché ritenuto altamente inquinante.

Per effettuare la ricarica dei condizionatori servono una bilancia elettronica, che verifica con la massima precisione la quantità di gas necessaria, e le istruzioni della casa costruttrice del condizionatore. Quando queste mancano allora si consiglia di procedere con la massima cautela, aggiungendo piccole quantità per volta e controllando sempre la temperatura del gas.